Il Ministero della Salute ritira dei lotti di acqua minerale contaminata

Una nuova allerta alimentare va a colpire l’acqua minerale.

Il Ministero della Salute, tramite una circolare, ha richiesto di ritirare alcuni lotti di acqua minerale in bottiglia.

Ad essere coinvolte sono state alcune tipologie di acqua in bottiglia, in quanto sarebbero a rischio contaminazione da Pseudomonas Aeruginosa.

Riporta Il Messaggero:

“Sono otto i lotti interessati dal richiamo, commercializzati con i marchi Cutolo Rionero e Eurospin Blues, entrambi effervescente naturale: i codici da tenere d’occhio sono: LR7248C, LR7249C, LR7250C, LR7251C, LR7252C, LR7253C, LR7254C e LR7255C con date di scadenza al 05/09/2018, 06/09/2018, 07/09/2018, 08/09/2018, 09/09/2018, 10/09/2018, 11/09/2018 e 12/09/2018.

Il richiamo riguarda i formati da un litro e mezzo e da litro. L’eventuale contaminazione con il batterio Pseudomonas aeruginosa può rappresentare un rischio importante per la salute dell’uomo, specificano dal ministero. Proprio per questo si invitano i cittadini in possesso di alcune confezioni di acqua minerale appartenenti a questi lotti, a riconsegnarli

al punto vendita in cui è stato effettuato l’acquisto.

Il richiamo è datato 13 settembre, ma è stato pubblicato oggi dal portale del Ministero della salute, e potrebbe essere legato a un’altra segnalazione, pubblicata attraverso il portale Rasff dell’Unione Europea, di acqua minerale di origine italiana contaminata da Pseudomonas, inoltrata dal Belgio il 5 settembre scorso.”

Il Corriere della Sera spiega che “L’eventuale contaminazione con il batterio Pseudomonas aeruginosa può rappresentare un rischio importante per la salute dell’uomo: è un batterio Gram-negativo, diffuso in acqua, suolo e piante. Ha una buona capacità di sopravvivere in diverse condizioni ambientali, inclusi gli ambienti ospedalieri. Nelle persone sane, P. aeruginosa può occasionalmente colonizzare la pelle, l’orecchio esterno, le vie respiratorie superiori o l’intestino crasso. Le più importanti infezioni sostenute da P. aeruginosa sono quelle polmonari, setticemie, otiti, infezioni urinarie e oculari, endocarditi e infezioni delle ustioni. L’Oms mette in guardia in particolare dallo P. aeruginosa resistente agli antibiotici della classe dei carbapenemi.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *