Come si fa il foie gras? Ecco l’orrore dietro la sua produzione

In questo video diffuso da Animal Equality, un’organizzazione internazionale che lotta per la difesa degli animali, vengono mostrato come si fa il foie gras, il fegato d’oca che tanto piace alla gastronomia.

Le oche vengono rinchiuse in minuscole gabbie dalla nascita e vengono alimentate con più cibo del dovuto con l’obiettivo di far ingrossare il fegato velocemente, in modo che abbia dimensione dieci volte superiore a quelle naturali.

Questi animali, spiega l’attivista di Animal Equality, Fabrizia Angelini, “possono arrivare a vivere dieci, quindici anni, le oche e le anatre destinate alla produzione di foie gras vengono macellate a 4 mesi perché a causa delle dimensioni del fegato non sono più in grado di vivere, hanno problemi respiratori, gravi malattie. I pasti delle oche consistono in grano bollito nel grasso in modo da facilitarne l’ingestione, cosa che porta alla formazioni di grandi depositi di grasso nel fegato, proprio quello che viene ricercato dalla gastronomia.”

Fortesano.it promuove una vita e una dieta sana non solo per noi, ma anche per gli animali, esseri viventi come noi che meritano cura e rispetto.

Nella sua inchiesta Animal Equality ha documentato “scene terribili di animali confinati in minuscole gabbie, affetti da stress e depressione, feriti dal tubo che ogni giorno gli viene spinto nell’esofago per far passare il cibo, oppressi da problemi respiratori e di deambulazione per le abnormi dimensioni raggiunte dal fegato, maltrattati e lasciati morire senza cure”, ha detto Francesca Testi, portavoce dell’organizzazione in Italia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *