Il rischio di fratture dell’anca aumenta con il consumo di carne

Nel video che potete vedere sopra il dottor Franco Berrino espone i risultati di uno studio da lui condotto: “Nel nostro studio siamo andati a vedere 500mila persone. Molte persone nel volgere di 25 anni hanno avuto la frattura dell’anca. Di queste 500mila persone che studiamo già quasi 60mila sono morte, quasi 60mila hanno avuto la frattura dell’anca. E siamo andati a vedere che cosa mangiavano, che cosa avevano detto che mangiavano. E abbiamo visto che il rischio di avere una frattura dell’anca aumenta linearmente con il consumo di carne. Più carne mangi, più hai fratture, perché la carne tende ad acidificare l’organismo e l’osso cede dei sali di calcio per tamponare questa acidità. Chi mangia carne perde calcio dalle ossa, i medici lo sanno da tanto tempo che chi mangia tanta carne ha più calcoli renali proprio perché elimina calcio con le urine”.

Invece, aggiunge Berrino, “il rischio di fratture diminuisce linearmente con il consumo di verdure. Più verdure mangi e meno hai fratture, perché le verdure alcalinizzano e quindi proteggono le ossa”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *