I 7 effetti benefici della propoli, l’antibiotico naturale


Se vogliamo curare i malanni senza l’aiuto di farmaci dobbiamo conoscere gli effetti benefici della propoli, un antibiotico naturale che viene prodotto dalle api per proteggere gli alveari.

La propoli risulta utile soprattutto in inverno perché aiuta l’organismo a guarire da raffreddore e infiammazioni, ma presenta anche altre proprietà che ne fanno un ottimo rimedio per altri disturbi come quelli, ad esempio, del metabolismo.

Abbiamo raccolto alcune informazioni in rete da siti autorevoli come Riza e MyPersonal Trainer, che riportiamo di seguito sotto forma di lista.

I 7 effetti benefici della propoli

Vediamo gli effetti benegici della propoli:

1. È un toccasana per le vie respiratorie

Se assumiamo la propoli tutti i giorni durante la stagione invernale, riusciamo a prevenire raffreddore, tosse e altre malattie.

2. È un vaccino naturale

La propoli è una miniera di minerali, vitamine e flavonoidi, sostanze che attivano i meccanismi di difesa dell’organismo e agiscono come un vaccino (del tutto naturale)

3. Calma le infiammazioni

La propoli, si legge su Riza, attenua bruciori e arrossamenti e guarisce le irritazioni della gola.

4. Contrasta le infezioni virali

Per di più questo antibiotico naturale aiuta a prevenire l’influenza

5. È immunostimolante

E la propoli aumenta anche la produzione di anticorpi e rafforza le difese immunitarie.

6. Cura i disturbi metabolici

La propoli, leggiamo su MyPersonalTrainer, “si è rivelata utile anche in caso di disturbi metabolici: la sua assunzione regolare sembra correggere valori alti di lipidi nel sangue e problemi circolatori, ma naturalmente in questi casi bisogna agire prima di tutto sulla dieta, introducendo abitudini alimentari più sane”.

7. Dà uno sprint al metabolismo

E questo antibiotico naturale ci aiuta anche ad attivare il metabolismo in quanto incrementa la scissione delle cellule, raddoppiandone il ritmo.

Come assumere la propoli

Ce lo spiega Riza:

“puoi scegliere lo spray o lo sciroppo, adatti anche ai bambini, oppure per una cura d’urto opta per la tintura madre (25-30 gocce 1-2 volte al dì) o per l’estratto secco (150 mg al dì). Il preparato va somministrato lontano dai pasti e sempre la sera, prima di coricarsi”.


Forse può interessarti questo video:

I 14 tumori più diffusi in Italia

Seguici su Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *