3 ricette per cucinare con gli scarti


Buttare via il cibo non ci piace.

Non è solo uno spreco di soldi, ma anche un insulto a chi è meno fortunato di noi e non può permettersi di mangiare pasti sani e nutrienti.

Tuttavia, capita spesso che in casa avanzi del cibo, che col passare dei giorni si rovina. È proprio qui che dobbiamo dare spazio alla creatività e usare gli alimenti avanzati per preparare piatti ancora più buoni.

Cucinare con gli scarti è la soluzione a questo problema e un modo per sfruttare alcune parti dei cibi che di solito buttiamo, ma che potrebbero essere usate in cucina, come ad esempio bucce di patate, gambi e foglie dei broccoli.

Di seguito riportiamo alcune ricette di Elle.it per cucinare con gli scarti:


Skinny chips con bucce di patata

Preparate la pastella con 100 grammi di farina a cui aggiungerete piano piano 125 ml di birra fredda, fino a renderlo un composto omogeneo. Coprite la ciotola con un canovaccio e lasciate riposare per 30 minuti. Per ottenere un composto più soffice, trascorsi i 30 minuti, potete aggiungere un albume d’uovo montato a neve fermissima. Intingete le bucce di patata e anche alcune foglie di salvia, precedentemente lavate e asciugate, nella pastella e friggete in abbondante olio bollente.
Il video della preparazione.

Paccheri alla meridionale con gambi e foglie di broccoli e fondi di prosciutto crudo

Preparate il sugo riunendo in una padella ampia olio d’oliva, tre spicchi d’aglio schiacciato, tre acciughe sott’olio sminuzzate, un fondo di prosciutto crudo tagliato a dadini, un pomodoro di scarto (non più adatto ad essere mangiato crudo), tre peperoncini piccanti, i gambi e le foglie dei broccoletti tagliati finemente. Fate cuocere a fuoco moderato fino a quando le verdure saranno appassite, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e proseguite con la cottura. A parte lessate i paccheri, scolateli due minuti prima di terminare la cottura che ultimerete nella padella con il sugo.
Il video step to step della ricetta.

Zuppa di pesce (avanzato) con crostini alla Rouille

In una casseruola alta mettete olio d’oliva, mezza cipolla, due spicchi d’aglio, un rametto di rosmarino, due pomodori, mezzo bicchiere di vino bianco, un pizzico di paprika, uno di peperoncino e una bustina di zafferano, fate cuocere a fuoco moderato fino a cottura delle verdure e aggiungete il pesce avanzato sommariamente ripulito dalle spine. Aggiungete brodo di pesce (si ottiene anche con dado di pesce) e fate sobbollire a lungo. Infine frullate e servite con crostini di pane raffermo saltati in padella con olio e sale aromatico e con salsa rouille (chiamata anche maionese provenzale).”


Forse può interessarti questo video: 6 motivi per mangiare noci

Seguici su Facebook

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *